NOVITA’ PONTE DMR ARIBARI

Gentilissimi Amici OM,
dopo un breve periodo di stand-by, il ponte dmr di sezione torna a funzionare.
Era stato spento in quanto si era verificato un piccolo problema tecnico, ma la causa principale è stata la clonazione di un ID assegnato, che come enunciato nel decalogo riportato nel precedente articolo, prevedeva lo spegnimento del ripetitore.
Abbiamo azzerato tutti gli ID che avevamo assegnato, decidendo di procedere facendo richiesta, ognuno per conto proprio, al provider DMR MARC, in modo da avere un ID univoco personale valido sull’intera rete mondiale.
Una volta fatta la richiesta ed ottenuto l’ID DMR MARC univoco, si dovrà procedere a compilare il seguente modulo online:
Ricordiamo comunque che le trasmissioni DMR secondo le direttive del Ministero dello Sviluppo Economico, devono avvenire in sola fonia e che quindi qualsiasi altro modo non intellegibile di comunicare è strettamente vietato.
E’ altresì importante sottolineare che il ponte in uso alla sezione ARI di Bari è strumento atto alla sperimentazione di questa nuova modalità digitale e che quindi potrebbe essere soggetto allo spegnimento in qualsiasi momento.
Saluti
ARI Sezione di Bari.
hqdefault

REGOLE PER L’UTILIZZO DEL PONTE DMR DELL’A.R.I. SEZIONE DI BARI

TSCC04-controller-Hytera-981

 

1)Per poter avere accesso al ripetitore DMR bisogna impostare la frequenza, nel caso del nostro ripetitore è 145.5875 MHz, shift a – 600 khz: 144.9875 MHz;

2)Impostare il Codice Colore corrispondente al numero 1;

3)Impostare il Gruppo, nominatelo ARIBARI, corrispondente al numero 1;

4)Per impegnare il nostro ripetitore DMR di BARI, si necessita di un ultimo parametro che è l’ID, senza il quale non si avrà accesso. La richiesta dell’ID dovrà essere fatta a IZ7ECT Michele, manutentore dei nostri ripetitori, all’indirizzo mail iz7ect@gmail.com. L’ID è strettamente personale, quindi chi lo richiederà è responsabile del suo utilizzo, sopratutto non deve essere ceduto a terze persone, è paragonabile al proprio nominativo per cui individua univocamente l’operatore.

5)Le trasmissioni avverranno tutte sullo slot 1 del ripetitore,in quanto lo slot 2 sarà utilizzato per le chiamate Internazionali in interconnessione alle reti DMR mondiali attraverso internet;

6)Tutte le trasmissioni dovranno avvenire in chiaro, infatti è vietato dal Ministero dello Sviluppo Economico l’uso di chiamate Private,l’uso del Cripto e di qualsiasi altro dispositivo atto a non rendere intellegibili da chiunque le comunicazioni. Qualora il ripetitore, sotto stretto controllo h24, funzioni con dispositivi non consoni all’uso in chiaro delle emissioni, verrà immediatamente spento.

Per qualsiasi ulteriori chiarimenti ci si può rivolgere a Michele IZ7ECT al contatto mail prima indicato.

 

Buoni collegamenti.

La Sezione ARI di Bari si è dotata di ponte DMR in banda radioamatoriale

Gentili amici OM,
la sezione Ari di Bari è lieta di presentarvi il nuovo ripetitore digitale DMR , acronimo di Digital Mobile Radio.
Il nuovo sistema digitale DMR  si va ad affiancare ai già collaudati sistemi di ripetitori Analogici e D-STAR ,facendo seguito a quella volontà sempre in essere di sperimentare nuovi sistemi.
rd985jpg25
Questo nuovo modo operativo digitale è basato sul TDMA(TIME-DIVISION MULTIPLE-ACCESS)tale da consentire di poter utilizzare 2 slots all’interno della stessa unica frequenza, come se ci fossero 2 canali completamente indipendenti.
Infatti nel corso della sperimentazione uno dei 2 slots sarà collegato alla rete mondiale dei ponti dmr radioamatoriali, mentre l’altro slot sarà dedicato al traffico locale, in modo da soddisfare le esigenze di ogni radioamatore.
Il ponte che verrà utilizzato è marca Hytera modello RD985 ed è in banda vhf, la frequenza assegnata dal Ministero dello Sviluppo Economico è 145.5875MHz, shift -600KHz,corrispondente al R0 special.
repetitor-rd-985
Un ringraziamento sentito va alla ditta Eurocom di Riccione e in particolar modo al Sig. Cesare Migani, il quale ha creduto molto nella sperimentazione del DMR in ambito radioamatoriale, ma sopratutto essendo a conoscenza dello scrupoloso studio che i radioamatori fanno, mettendo in evidenza pregi e difetti di ogni sistema analizzato.
Nel salutarvi, vi invitiamo vivamente a munirvi di radio DMR, per sperimentare insieme a noi le particolarità del sistema e, sopratutto, a sviluppare nuovi applicativi da implementare a questo nuovo sistema, per renderlo più flessibile al nostro utilizzo di radioamatore.
73
IZ7ECT Michele, manutentore ponti A.R.I. BARI